AHTO RAUDOJA – Posatore di tetti

Esperienze

Ahto Raudoja è un falegname con un background educativo forestale ed è un portavoce della piccola nazione culturale di Seto che vive per lo più nella parte meridionale dell’Estonia e nei territori russi limitrofi. La tradizionale architettura in legno è stata di suo interesse sin dai tempi dell’università, quando studiò la silvicoltura ed ha ricercato i metodi e l’inventario degli edifici tradizionali di Seto. I tetti di legno come una parte importante dell’architettura tradizionale hanno fatto parte della sua attività nel corso degli ultimi 20 anni. Egli ha soprattutto costruito e insegnato la costruzione di tetti a scandole, ha inoltre insegnato a persone interessate ad imparare a costruire alla vecchia maniera. Già durante il periodo universitario nel 2002 fonda una piccola impresa chiamata Katusõkatja, il cui campo principale del lavoro è la costruzione di tetti in scandole e la ristrutturazione di case in legno. I tetti costruiti sotto la supervisione di Ahto vanno da piccoli rifugi di 4 m2 a enormi cascinali di 1400 m2 in tutta l’Estonia. I progetti più importanti sono stati installati per esempio all’Estonian Open Air Museum e al Seto Museum Farm.

Il portavoce Seto

Oltre alle esperienze architettoniche Ahto è anche portavoce della cultura Seto. I Seto sono una piccola nazione ugrofinnica che si trova vicino al confine russo-estone. Hanno lingua, abbigliamento, cucina, musica e costumi architettonici propri, ma il loro territorio si estende sia in Estonia che in Russia.

Tra le altre cose Ahto ha indagato e rinnovato le tsässons di Seto, cappelle ortodosse che hanno un ruolo significativo nell’architettura rurale Seto. A differenza delle chiese, i tsässons sono stabiliti e gestiti da comunità di villaggio, senza il contributo della chiesa costruite da uomini locali con proprie risorse, forze volontà, sulla base di competenze edili maturate in loco. Pertanto tali edifici sono fonti essenziali di informazioni per la ricerca sul patrimonio architettonico popolare.

Ahto ha compilato un’antologia voluminosa, “Tsässons di Setoland” (pubblicata nel 2011, autori: Ahto Raudoja e Tapio Makelainen), che fornisce una panoramica delle ricerche effettuate nel corso degli ultimi 10-12 anni e permette di capire l’essenza della tsässon nella cultura Seto. Ahto ha inoltre scritto “Setoland: caratteristiche di base di architettura tradizionale” (pubblicato nel 2014 da Vanaajamaja), che dà una panoramica dei diversi tipi di edifici e il carattere dell’ architettura rurale Seto.

Costruire tetti di scandole

Il legno in quanto materiale da costruzione più facilmente ottenibile è stato in uso già dai periodi preistorici sul territorio estone. Fino a quando il tetto di tegole ha iniziato a diffondersi nel 15 ° secolo, non solo le case destinate all’abitazione, ma anche le chiese erano state coperte da pezzi di legno strappato dai tronchi.

I tetti di legno si sono di nuovo diffusi alla fine del 19 ° secolo, in relazione ai cambiamenti nella produzione agricola. Il grano trasformato con le trebbiatrici di recente apparse non avrebbe più potuto produrre paglia con le benefiche qualità nella copertura del tetto. Diversi tipi di tetti a scandole (in Estonina pilbas, Laast, Sindel, kimm) sono dunque apparsi poi accanto ai tavoli, ai tronchi lacerati e i tetti di paglia.

Dopo il periodo sovietico fortemente industrializzato, quando diversi tipi di materiali industriali sono stati utilizzati per la copertura del tetto, i tetti in legno hanno di nuovo guadagnato popolarità nell’architettura rurale e la diffusione sia sulle case in legno ristrutturate così come sulle case di nuova costruzione.

L’herpes zoster sono tagliati di blocco grezzo (di abete rosso, pino, pioppo o ontano) da una speciale macchina di taglio della ghiaia. La specie più durevole è quella dell’abete rosso, ma è anche il più nodoso, il che rende il taglio piuttosto complicato. I registri per il taglio di ciottoli devono essere dritti e senza nodi. Lo spessore medio di una tegola è 3 a 4 mm, mentre la larghezza va dai 7 ai 12 cm e la lunghezza arriva fino a 75 cm.

Il tetto più adatto per la costruzione di edifici in legno così come per il tipo di edificio di interesse architettonico rurale è il tetto di materiale naturale. La scandola è flessibile e modellabile, è adatta a diverse forme di tetti e il tetto in scandole è relativamente leggero – spesso le vecchie case di legno non sono in grado di sopportare tetti di tegole pesanti.

Revival di antichi mestieri

Costruire una casa e fornire un tetto alla propria famiglia era scontato ed eseguibile per la maggior parte dei contadini all’inizio del 20 ° secolo. I ragazzini imparavano l’abilità a fianco del padre e a loro volta lo passavano ai propri figli. Durante il periodo sovietico la tradizione costruttiva è stata interrotta e molte abilità costruttive tradizionali erano a rischio scomparsa. Dopo che l’Estonia ha riacquistato l’indipendenza, la ristrutturazione di vecchi edifici e quelli nuovi eretti secondo le tradizioni hanno guadagnato popolarità e congiuntamente lo ha fatto l’interesse per gli antichi mestier. Al giorno d’oggi è possibile imparare l’abilità di costruzione di tetti in legno attraverso corsi a breve termine principalmente organizzati dalle società che stanno divulgando le competenze costruttive tradizionali o praticarle sotto la supervisione del maestro esperto.

Ci sono molti maestri di tetti in legno in tutta l’Estonia, ma Ahto si caratterizza non solo come un artigiano, ma anche come un ottimo valutatore di abilità tradizionali e un veicolo del patrimonio culturale. In Vanaajamaja egli ha a volte tutorato corsi di costruzione di tetti in scandole, per lo più tenuti sulle vecchie case più piccole, come i granai o i fienili. L’operare in scandole può generalmente essere insegnato in 1-2 giorni pratici di studio. Quando l’insegnamento funziona Ahto introduce anche teoricamente tutti gli altri tipi di tetti in legno – tavola e diversi tipi di herpes zoster (in estone pilbas, Laast, Sindel, Kimm), dove e quando è ragionevole costruire tetti in legno, quale tipo scegliere, come prendersi cura di tetti in legno e così via. I partecipanti ai corsi impareranno come scegliere l’herpes zoster e le tecniche diverse, come collegare le tegole nelle dorsali del tetto. Oltre ai corsi di formazione pratica Ahto guida anche popolari tour estivi per introdurre l’architettura vernacolare e la storia culturale della regione Setomaa. Il tour porta i partecipanti a visitare gli oggetti architettonici più interessanti – dalle case coloniche alle chiese, dalle scuole alle cappelle in legno locali.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *