CHRISTIANE ZSCHIESCHE – Restauratore

Christiane   Zschiesche è nata ad Erlangen (RFT) nel 1963. Sposata con tre figli. Dopo aver conseguito il diploma di maturità superiore in Germania, nel 1983 si è trasferita in Italia per frequentare i corsi di lingua presso l’Università per Stranieri di Perugia. Christiane ha arricchito la sua esperienza nel campo della restauro lavorando  come restauratrice presso una delle maggiori ditte di restauro del centro Italia. Ha preso parte a numerosi cantieri di restauro nell’Italia centro-meridionale, svolgendo anche incarichi di responsabilità,  nel settore del materiale lapideo, pittura murale, dipinti su tela e su tavola, scultura lignea.

Dal 2007 collabora stabilmente con la ditta edile Lunghi srl come responsabile del settore restauro. Dopo una breve interruzione dell’attività per esigenze familiari, nel 1987 ha ripreso il lavoro in occasione nel terremoto del settembre 1997, per svolgere  la funzione di elemento di raccordo tra le ditte edili operanti e le esigenze di restauro.

Successivamente, Christiane ha continuato a lavorare come restauratrice. Ha lavorato anche nel campo del restauro di affreschi. La particolarità del profilo professionale di restauratore edile consiste nell’applicare al settore della ristrutturazione del patrimonio storico-architettonico le stesse metodologie di conoscenza dei materiali storici e del successivo intervento di restauro, acquisite grazie a una esperienza di restauro delle opere d’arte. Christiane ha lavorato al restauro del Nobile Collegio della Mercanzia.

Oltre a lavorare all’interno dei cantieri nel settore edilizio, Christiane è anche responsabile della formazione dei lavoratori.

Considerando la ricchezza del patrimonio architettonico italiano, è fondamentale per le aziende di costruzione coinvolte nei lavori di restauro avere a disposizione dei tecnici capaci di intervenire su beni di interesse storico-artistico.   

La particolarità del profilo professionale sta nel applicare l’esperienza del restauro di opere d’arte nel settore edilizio impegnato nel recupero del patrimonio storico. Il suo settore di competenza va dall’analisi e riproduzione di intonaci storici, al trattamento di superfici di interesse storico – artistico (documentazione, campionatura, pulitura , integrazione, trattamento protettivo), fino alla formazione degli operai edili impiegati nel cantiere.

Grazie a una notevole esperienza conseguita nel restauro di opere d’arte antiche e nell’utilizzo di materiali idonei, il restauratore edile saprà valutare la compatibilità dei prodotti utilizzati con il tessuto storico su cui intervenire. Di conseguenza, saprà indirizzare gli operai nella scelta di materiali idonei a garantire durata e reversibilità. Un aspetto importante delle operazioni compiute in presenza di edilizia storica è la eventualità tutt’altro che remota di trovare superfici dipinte e rilievi scultorei all’interno delle strutture interessate dal recupero. Il restauratore avrà il compito di intervenire prontamente nella messa in luce dell’oggetto d’interesse storico-artistico, per garantirne la conservazione e la visibilità. Da ultimo, ma non meno importante, sarà suo compito sviluppare negli operai edili il rispetto e l’attenzione verso l’interesse culturale dei materiali e delle forme dell’edilizia storica in cui si trovino a operare, prima che per inesperienza si possano compiere irreparabili errori umani.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *