BOTTEGA DEL FALEGNAME di Castello di Bánffy

Il Centro Internazionale di Formazione per la Conservazione del Patrimonio Edilizio

Alla fine degli anni Novanta il Castello di Bánffy di Bontida, uno dei castelli più importanti della Transilvania, versava in condizioni estremamente precarie. A partire dalla sua creazione nel 1996 la fondazione Transilvania Trust ha seguito con attenzione il destino del castello. Le dimensioni, il valore storico ed architettonico, e lo stato di degrado del castello rendono complessa l’opera di restauro e di riutilizzo, che avrà successo soltanto con una vera e propria strategia di lungo termine e la cooperazione internazionale.

Nel 1998 il British Council e il Ministero della Cultura della Romania, riconoscendo il bisogno di sviluppare una strategia di conservazione del patrimonio edilizio, hanno invitato il Transylvania Trust e il British Institute of Historic Building Conservation (IHBC) ad ideare ed implementare un progetto di promozione della conservazione di edifici storici in Romania. Risultato odierno è il Centro Internazionale di Formazione per la Conservazione del Patrimonio Edilizio al Castello di Banffy di Bontida. Il programma è iniziato nel 1999, e a partire dal 2001 si è incentrato sul castello di Banffy di Bontida, dove sono stati sviluppati dei corsi per venire incontro alla domanda internazionale. Passaggio ulteriore è stata l’apertura ufficiale del Centro Internazionale di Formazione per la Conservazione del Patrimonio Edilizio nel 2005.

La struttura della formazione

Il Centro eroga moduli didattici, ognuno della durata di due settimane, che offrono una comprensione teorica e pratica della tutela del patrimonio storico. La sua principale enfasi è offrire una diretta esperienza di apprendimento sul campo ai propri studenti. Ciò viene realizzato attraverso Laboratori pratici nei settori artigianali della Rinzaffatura, Consolidamento della Pietra, Falegnameria e Lavorazione della pietra, nell’ambito dei quali gli studenti intraprendono progetti pratici di restauro direttamente sugli edifici del castello. I laboratori sono diretti congiuntamente da artigiani inglesi e romeni.

I corsi erogati dal centro sono disponibili per gli artigiani che già lavorano nel settore dell’edilizia, che vorrebbero o specializzarsi o approfondire le loro abilità individuali, e a studenti universitari o laureati. Saranno loro ad essere responsabili della preparazione delle schede tecniche e degli orari di lavoro per la cura e la manutenzione del patrimonio storico in futuro. Di solito gli studenti hanno una formazione pregressa in architettura o ingegneria edile o restauro o materie affini.

Alla fine di ogni corso un Diploma (Certificato di Profitto) viene rilasciato agli studenti che hanno concluso il corso con esito positivo. Il certificato è accettato dal Ministero della Cultura ed è ampiamente riconosciuto nel settore dell’edilizia in Romania come avente uno speciale valore e un riconoscimento della qualità.

Obiettivi e principi

L’obiettivo del centro è promuovere l’eccellenza nella conservazione del patrimonio storico e nello specifico di insegnare tradizionali tecniche artigianali di costruzione che possono essere utilizzate nella riparazione e manutenzione di edifici storici; realizzando contemporaneamente il restauro di un importante edificio storico pericolante.  

Il centro promuove una politica di Intervento Minimo nel trattare la riparazione di edifici storici, combinata con una strategia di Compatibilità di tecniche e materiali, e l’uso di risorse locali. Promuove una filosofia di ricerca, analisi, comprensione e registrazione di edifici storici prima e durante l’intervento.

Il BHCT incoraggia un approccio olistico alla conservazione degli edifici storici, riconoscendo che la cura del patrimonio storico non è solo appannaggio di un ristretto gruppo di specialisti. Molte discipline sono coinvolte in questa tutela, e quindi oltre ai corsi pratici esso offre laboratori specializzati ad altri partecipanti come ad esempio Architetti del Paesaggio, Storici dell’Architettura e Archeologi, che svolgono anche loro un ruolo nell’ambito del patrimonio storico.

La formazione abbraccia nello specifico le principali abilità richieste nel restauro degli edifici e promuove il concetto della comprensione tra artigiani, capiprogetto e architetti. Comprende anche il concetto di orgoglio nel lavoro umano.

Risultati

Finora più di 2000 studenti sono stati formati attraverso il programma BHCT. Provengono dalla Romania, Ungheria, Slovacchia, Slovenia, Repubblica Ceca, Estonia, Lettonia, Svezia, Francia, Kosovo, Serbia, Albania, Croazia, Brasile, Australia, Belgio, USA, Regno Unito, ecc.

La formazione attraverso il lavoro sul campo all’interno del castello ha portato al restauro parziale di numerosi edifici all’interno del complesso del castello. Solo gli edifici dove sono stati fatti i lavori sono state restaurati completamente; tutti gli edifici sono stati salvati dalla fatiscenza. È stato completato il restauro di un vecchio complesso adibito a cucine, e la sua conversione in strutture abitative e mensa per gli studenti del Centro BHCT, così come l’apertura dell’Art Cafè, il restauro di due piani del Palazzo di Myklòs e la loro conversione in sale di lettura e hall per conferenze, il restauro di una ex cappella all’interno dell’edificio principale e la sua conversione in uno spazio per associazioni culturali, il parziale restauro di ex stalle e la loro conversione in laboratori, e il parziale restauro del cancello dell’entrata principale e delle stanze adiacenti, e la loro conversione in una reception per l’accoglienza ed area espositiva, così come un lapidarium. 

Il castello costituisce un’ambientazione perfetta per questa attività. Il suo grave stato di fatiscenza costituì un’importante sfida per il processo di restauro nel 2001, e pose importanti domande all’intero approccio di restauro e conservazione in Romania. Se il restauro potesse essere effettuato qui in presenza di una tale situazione di degrado, potrebbe essere effettuato anche in molti altri siti in Romania. Questa era la sfida. Si può valutare il successo solo sulla base dei risultati.

Il modello di formazione sviluppato qui a Bontida (conservazione attraverso l’insegnamento; apprendimento attraverso la conservazione) viene attualmente promosso anche in altri paesi, in particolare nell’Europa sud-orientale, in quanto essi provengono da anni di governo comunista che ha prodotto problemi simili a quelli riscontrati a Bontida.

Nel 2008 il Centro di Formazione è stato insignito con l’Alto Premio per l’educazione, la formazione e la consapevolezza alla conservazione del patrimonio dell’Unione Europea e di Europa Nostra. “di alto valore per il suo duplice approccio: formazione per la conservazione e conservazione attraverso la formazione. È un eccellente esempio di scambio transfrontaliero di conoscenza.” Quindi ancora una volta il Castello ha ottenuto un riconoscimento internazionale, anche se in modo differente dalla sua precedente notorietà.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *