LUCA GRILLI – Scalpellino

La storia della “bottega” Grilli comincia nel lontano 1935, nella città di pietra di Gubbio, quando Enzo Grilli ad appena 11 anni diventa padrone di bottega. I primissimi lavori sono già  di rilevante prestigio: il giovane scalpellino infatti si occupa dell’ampliazione del cimitero monumentale della città. Gli anni della guerra purtroppo si fanno sentire ed è in questo periodo che Enzo decide di trasferisci nella cittadina di Narni, dove realizza tra le varie opere, la statua di un’ape, sita nella caserma dei carabinieri di Terni. Tornato a Gubbio, nel dopoguerra, collabora in qualità di scalpellino alla costruzione del Mausoleo dei Quaranta Martiri, alla ristrutturazione dell’altare maggiore della basilica eugubina di Sant’Ubaldo.

La passione per l’arte della pietra si tramanda di padre in figlio, tanto che Luca, figlio di Enzo, inizia a collaborare con il padre, già negli anni ottanta. Ed è proprio il mettere il cuore nel lavoro, che diventa non più solo mero lavoro manuale, fatto di tecnica, di misure e proporzioni, ma passione e arte che caratterizza tutta la storia della bottega Grilli.

Tanti lavori di prestigio e di grande soddisfazione per Enzo e il figlio Luca si susseguono nel corso degli anni: a partire dalla riproduzione fedele dello “studiolo” del duca d’Urbino Federico da Montefeltro, dove Enzo è impegnato nella ricostruzione fedele dell’originale dell’architrave e degli stipiti della porte di ingresso dello studio del duca, ora esposto al Metropolitan Museum di New York.

Con il figlio Luca, Enzo è occupato al restauro di autorevoli e prestigiosi edifici storici come il palazzo dei Consoli di Gubbio, palazzo Ducale e numerose residenze signorili di influenti famiglie storiche ed eugubine e del territorio circostante. Gli artigiani Grilli hanno altresì lavorato al restauro della vasca superiore della fontana de Bargello di Gubbio, alla realizzazione di altari di chiese e arredi sacri in tutta Italia, per esempio in Puglia a Terlizzi l’altare maggiore della chiesa della Fraternità Francescana di Betania.

Dal 1993, seguendo le orme del padre nonché suo maestro Enzo, Luca diventa il titolare dell’azienda. La predilezione, l’amore e la passione per quest’arte scorrono nel sangue di Luca vedendolo impegnato in diversi importanti lavori. Il giovane scalpellino lavora alla realizzazione dell’attuale altare nella chiesa della Vittorina di Gubbio, del nuovo altare della Porziuncola nel convento francescano di Santa Maria degli Angeli in Assisi. Nella medesima basilica lo scalpellino ha realizzato il nuovo emiciclo, “teatro della pace”.

Luca è stato coinvolto alla realizzazione di edicole funerarie artistiche, alla recente ristrutturazione della facciata di palazzo Benveduti in via Ondedei a Gubbio, ad interventi di restauro del palazzo e del terrazzo della residenza ducale eugubina di Federico da Montefeltro; al restauro del castello di Carbonana, alla realizzazione di stemmi storici di famiglia dei “Conti Porcelli”; interventi di restauro come la ristrutturazione di particolari inserti della fontana di Sant’Ercolano a Perugia, le vetrate del Mausoleo dei Quaranta Martiri a Gubbio. Luca inoltre ha realizzato la vasca artistica della fonte miracolosa di Sant’Ubaldo situata sugli “stradoni” del monte Ingino. Tra le varie opere artistiche, di recente realizzazione si ricorda la creazione di una scultura di una rosa contente reliquiario, nell’altare dedicato a San Giorgio nella chiesa di Santa Maria dei Servi in corso Garibaldi a Gubbio. Da anni l’azienda si occupa della lavorazione di marmi e pietre, dall’antico al moderno fino al restauro. Si realizzano lavori di architettura di interni ed esterni.

L’antica bottega Grilli, da ormai ottanta anni, continua, grazie all’opera di Luca, a trasmetterela passione per un’arte che si concretizza grazie al lavoro delle mani, ma che viene dal cuore e che da vita a semplici “pezzi” di pietra trasformandoli in “pezzi” di storia.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *