RAMÓN FRANCISCO RUBIO DOMENE – Gessista

Ramon è un restauratore e artigiano specializzato nella creazione di riproduzioni ufficiali di parti del sito Patrimonio Mondiale di Alhambra. Si è laureato con Lode come Dottore in Arti e Restauro presso l’Università di Granada. Ha lavorato dal 2000 nel Consiglio di Alhambra, presso il Dipartimento di conservazione, come Capo del Laboratorio di Restauro di intonaci e lavorazioni. Ha quindi una vasta esperienza su questi materiali e sugli interventi quotidiani che vengono svolti nel sito di Alhambra ed il rispettivo Museo. Ha lavorato con il gesso per 26 anni. Ha cominciato a lavorarvi sin da quando era studente dell’Accademia di Belle Arti, quando decise di approfondire la conoscenza del lavoro svolto in Alhambra. “Sono stato affascinato e incuriosito dal sapere come lavorare con gesso e ho iniziato a lavorare con gli artigiani che hanno lavorato in Alhambra, apprendendo le loro tecniche. Ho imparato, per esempio, come fare curvatura diretta e a lavorare con stampi “, spiega.

Ramon è anche il direttore di Doctum. Il centro culturale di intervento Doctum si presenta come organizzazione privata, culturale e senza scopo di lucro che mira alla tutela, la conservazione, il restauro, la gestione, la promozione e la crescita della cultura e del patrimonio spagnoli. Si occupa anche dello studio, della ricerca, dello scambio, della formazione e della promozione dei metodi, le tecniche, le procedure, i materiali, il know-how e protocolli utilizzati per il restauro, la riabilitazione, la gestione e il consolidamento del patrimonio culturale. Obiettivo principale è quello di trasmettere conoscenze circa la funzionalità dei metodi artigianali costruttivi e decorativi acquisite dai nostri antenati. Doctum interviene anche sulla conservazione del patrimonio materiale e immateriale spagnolo con azioni volte a fermare il deterioramento della sua eredità causata da agenti ambientali e di origine antropica.

Ramon ha anche inventato una nuova malta per il restauro: “Procedimiento de Reconstrucción de Obras de Arte” legalmente registrata presso l’Ufficio spagnolo di Patenti e Marchi Commerciali (SPTO) da parte del Consiglio della Alhambra e della Generalife. Infine, ha pubblicato numerosi libri e articoli su diversi argomenti, soprattutto riguardo Alhambra, tecniche di restauro e conservazione, tra le quali le più importanti sono le seguenti:

Ramon lavora tutti i giorni presso il suo laboratorio a Cenes De La Vega, ma ha avuto anche esperienze lavorative a Granada, Jaen, Arabia Saudita e Marocco. A Granada, oltre, naturalmente, a lavorare per la creazione di riproduzioni ufficiali di parti del Alhambra, lavora con i restauri di stucchi e modanature in numerosi edifici religiosi. In Jaén ha lavorato con stucchi nella chiesa di Sant’Andrea. In Arabia Saudita ha lavorato su una riproduzione della Alhambra di Riyadh. Infine, ha collaborato con altri artigiani provenienti da Marocco, Turchia, Thailandia, Filippine, ecc e, a partire dal mese di marzo 2016, lavorerà su un restauro di intonaco in una moschea in Marocco.

Descrizione del lavoro e dei materiali

Come spiega Ramón: “il mio lavoro consiste nel far riproduzioni di pezzi di Alhambra. Questi potrebbero essere pezzi già esistenti o pezzi che hanno bisogno di essere ri-creati attraverso la progettazione ed il taglio. Poi dobbiamo creare stampi di silicio per riprodurre nuovi pezzi. Di solito, questa tecnica è utilizzata per riprodurre i motivi di un cornicione o di una facciata rovinati o danneggiati e che devono essere sostituiti.”

Fonte di ispirazione

Come dice Ramón, “la fonte di ispirazione è senza dubbio l’Alhambra, con le sue mura e i suoi motivi arabi. Da lì arriva l’ispirazione per la creazione e la riproduzione di diversi motivi (epigrafici, geometrie naturali). Ci sono talmente tanti motivi diversi che, se combinati insieme, è possibile avere migliaia di varianti.”I pezzi finali sono venduti come riproduzioni ufficiali della Alhambra ed è possibile trovarli nei negozi di souvenir intorno alla Alhambra. La maggior parte dei clienti di Ramon sono turisti, che vogliono una riproduzione esatta delle decorazioni che sono sulle pareti del palazzo dell’Alhambra.

Riassunto

Non ci sarà continuità nella famiglia di Ramón. Tuttavia, molti artigiani vogliono lavorare con questo tipo di materiale e sono interessati alle tecniche di riproduzione in gesso con stampi. Molti di loro provengono a loro volta dall’Accademia di Belle Arti di Granada. Inoltre, Ramon collabora e lavora con studenti e professionisti al di fuori di Granada e della Spagna.

E per quanto riguarda le prospettive di impiego per il suo ambito di lavoro? “Il futuro di questa professione, come il futuro di tutti gli altri lavori artigianali, è incerto. Gli artigiani devono viaggiare, costantemente aggiornare le loro competenze e conoscenze e cercare di trovare per se stessi un ruolo nel mercato. Le nuove tecnologie (ad esempio la stampante 3D) creano possibilità di fare riproduzioni in maniera più economica. Naturalmente in questo caso, le riproduzioni sono tutte uguali, ma molti clienti oggi preferiscono un rezzo inferiore, anche quando la qualità è inferiore, a causa della produzione di massa. Se le cose non cambiano, il futuro di questa professione potrebbe essere seriamente in pericolo “Tuttavia, l’utilizzo di nuovi materiali o nuove tecnologie non è completamente considerato negativo da Ramon, che aggiunge: “Io sostengo il lavoro degli artigiani, ma non nego l’importanza di utilizzare i mezzi che i progressi della scienza ci ha portato. Al giorno d’oggi, senza silicone, il mio lavoro non sarebbe ancora possibile “.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *